15
Volava sui prati della Serie Anni ’90. Come se fosse un supereroe. E infatti il soprannome era, ed è, Batman. Con tanto di pipistrello sulla maglia, iconica, di un campionato italiano che ora non c’è più, pieno di campioni e coi portieri che si disegnavano le divise. Pino Taglialatela, ex portiere del club partenopeo, era il Cavaliere Oscuro della Serie A, tanto che su Instagram si chiama Pinobat e ha come foto profilo una sua immagine, con l’iconica maglietta, al fianco del pipistrello della DC Comics. DC Comics che ha fatto causa a Taglialatela. 
 


Lo ha rivelato lo stesso ex portiere a Radio Marte: “Mi ha aggredito, il vero Batman si è scagliato contro di me. Mi hanno chiesto di rimuovere il marchio, che poi non è comunque quello di Batman perché io volevo registrare Pino Bat. La cosa ha dato fastidio, stiamo lottando: ci chiedono di togliere marchio e immagini, anche se non abbiamo fatto e non faremo merchandising. Non ho idea di come ci siano arrivati, non abbiamo creato maglie o altro da mettere in vendita e non lo farò mai, ma vorrei tenere il marchio per una questione affettiva, fa parte della mia carriera”.