17
La leggenda vivente del calcio tedesco, Franz Beckenbauer ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport: "Milano così dietro, che tristezza. La Juve è una potenza. Buffon mi sembra sempre più giovane. Non mi era piaciuto in una scena contro il Bayern, ma per il resto è sempre un gran portiere. E che riflessi. Ma quanti anni ha?". 

"Dove sono finite le milanesi? Così indietro in campionato sono una tristezza per il pubblico. Mi spiace, forse hanno meno soldi. Comanda la Juve, giusto, è una potenza. La Roma gioca bene, mi dicono sia molto bella. E Totti è ancora un leader. Ma quanti anni ha?". 
"Uno come Trapattoni ha formato generazioni di giocatori e allenatori. Eravamo ragazzi al Bayern, ci plasmò. La Champions del 2001 era anche merito suo, anche se era via da 3 anni. Io non c’ero più, ma tanti erano maturati con lui. Ci raccontava di Agnelli. Lui chiedeva all’Avvocato perché andasse tutti i giorni in ufficio, alla sua età e con le sue ricchezze. E l’altro gli rispondeva: così mi sento vivo. Trap ci diceva di vivere il calcio in quella maniera. A noi sembrava vecchio 20 anni fa, invece è ancora assatanato. Ma quanti anni ha? Per lui non contano". 

"In Italia segna tanto anche un nostro amico, Luca Toni. Grande attaccante, grande persona dentro e fuori dal campo. E’ esperto, è ancora un trascinatore, in una neopromossa come il Verona sa essere d’esempio, i ragazzi lo guarderanno e impareranno. Deve tornare in Nazionale, non si lamenterà se non sarà titolare. Caro Luca, ti aspetto a Rio. Ma quanti anni ha Toni?".