117
Sorride la Juventus, agli ottavi di finale di Champions League da prima del suo girone e capolista in Serie A con sette punti di vantaggio sulla Roma, battuta ieri sera nello scontro diretto dello Stadium. Tra le tante facce felici della rosa di Massimiliano Allegri, c'è però anche qualche muso lungo. Uno, in particolare: quello di Mehdi Benatia.

RISCATTO LONTANO - Arrivato in bianconero la scorsa estate dal Bayern Monaco per tre milioni di euro, per riscattarlo la società del presidente Andrea Agnelli dovrebbe versarne altri 17 nelle casse del club tedesco. Al momento, però, la sua permanenza a Torino oltre il 30 giugno è molto difficile: dopo un buon inizio di stagione, in cui era spesso riuscito a ritagliarsi uno spazio nella formazione titolare, nelle ultime settimane è uscito dalle scelte di Allegri. Dopo la terribile sconfitta col Genoa, il centrale marocchino non ha più messo piede in campo.
SUPER RUGANI - Un momento negativo che sta coincidendo con l'esplosione di Daniele Rugani. Tenuto a lungo in naftalina in questa stagione, nell'ultimo mese il classe '94 si è preso la maglia da titolare e non l'ha più mollata: sette presenze consecutive dal primo minuto tra campionato e Champions, con anche due gol realizzari. E con Barzagli che ieri è rientrato in campo, le porte della formazione bianconera per l'ex Roma si stanno per chiudere ulteriormente. Senza contare che in vista della prossima stagione Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno deciso di puntare in maniera importante su Mattia Caldara. Giugno è lontano, ma la Juve inizia a programmare. Se Benatia vuole guadagnarsi il riscatto deve fare in fretta.

@marcodemi90