11
Nicklas Bendtner, attaccante ex Juve ed ex Arsenal, ha raccontato il suo rapporto col gioco nella sua autobiografia. Questo quanto riportato dal Guardian, dopo che una parte era già stata resa nota in passato, in cui si racconta una serata al casinò nel 2011, quando perse 450mila euro: "Sono troppo ubriaco per sedermi a un tavolo. Ma la roulette è una questione diversa. Rosso, nero, rosso, nero. Quanto può essere difficile? Dopo 90 minuti ho perso un sacco di soldi che tra l’altro non avevo. Il mio conto in banca era scoperto, ma fortunatamente alla fine sono riuscito in qualche modo a recuperare. Questa esperienza mi ha scosso. È stato il campanello d’allarme che ha aiutato a spezzare quell’incantesimo. Non sono mai stato un ragazzo a cui interessano i soldi come un modo per mettersi in mostra. All’inizio era più una questione di divertimento e di stare con le persone che ti piacciono. Mi sono appassionato troppo allo stile di vita che veniva fornito con i soldi. Vorrei tornare indietro nel tempo e colpire quel ragazzo in testa con un martello".