1
Pasquale Foggia, direttore sportivo del Benevento, parla al Corriere dello Sport, svelando i segreti della trattativa che ha portato Adolfo Gaich alla corte di Inzaghi: "Lo seguivo da tempo, l'idea di prenderlo ce l'avevamo sin da marzo dell'anno scorso. Adolfo è un giocatore che mi è sempre piaciuto, giovane ma di grande personalità. L'avevo visto giocare davanti a 60mila spettatori, segnare un gol al River senza fare una piega, mostrando la 'gara' che serve in campo e fuori. Per me rimane un attaccante che ha ampi margini di miglioramento e neanche lui sa ancora dove può arrivare. Se ci salviamo rimarrà con noi: abbiamo l'opzione per il secondo anno di prestito, senza condizioni. Dipende solo da noi".