Commenta per primo

Nella prima giornata del nuovo anno l'impresa la fa il Foggia che, con due uomini in meno per più di un'ora, espugna il 'Ciro Vigorito' grazie a una rete nel finale di Agodirin. Nonostante la doppia superiorità numerica il Benevento è stato incapace di creare reali pericoli alla porta difesa da Ginestra, andando vicino al gol solo in un'occasione, al 65', quando Gigliotti è stato bravo a salvare sulla linea una conclusione di Cia. Per il resto la squadra di Imbriani si è fatta imbrigliare dagli ospiti, abili a non scoprirsi e ad affondare in contropiede. Già al 68' i rossoneri hanno sfiorato il vantaggio col solito Agodirin e solo un grande Gori ha impedito il peggio; nulla però ha potuto il portiere giallorosso a cinque minuti dalla fine, quando il nigeriano gli si è presentato davanti e lo ha superato con un preciso tocco sotto. Tre punti importantissimi per i satanelli che, grazie a questa vittoria, superano in graduatoria proprio il Benevento.

BENEVENTO

Il tecnico del Benevento, Carmelo Imbriani: 'Mi assumo tutte le responsabilità per questa sconfitta, ma dico subito che rifarei tutte le scelte. E' stata una gara strana e paradossalmente abbiamo fatto meglio in undici contro undici che dopo, quando il Foggia si è chiuso ancora di più e per noi è stato difficile trovare spazi, anche perché non abbiamo sfruttato al meglio gli esterni. E' una sconfitta che fa male, però non facciamo catastrofismi: non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi adesso. Continueremo ad andare avanti per la nostra strada perché siamo convinti che il lavoro che abbiamo iniziato a novembre porterà dei risultati concreti'.

Il capitano del Benevento, Giovanni La Camera: 'Quando perdi in questo modo c'è poco da dire: siamo stati ingenui. Dovevamo sfruttare al meglio la superiorità numerica, ma purtroppo non ci siamo riusciti. Mi spiace per i fischi dei tifosi che magari si aspettavano un arrembaggio nella ripresa, ma noi siamo abituati a giocare, a cercare la manovra corale, costruita, anche quando ci troviamo in queste situazioni. Con il Viareggio ci è andata bene, stavolta purtroppo no'.

FOGGIA

Il tecnico del Foggia, Paolo Stringara: 'Devo fare i complimenti ai miei ragazzi perché l'impresa di oggi ha qualcosa di straordinario. Venire qui e vincere dopo aver giocato per più di un'ora con due uomini in meno non è da tutti. L'unico modo che avevamo per poter colpire il Benevento era quello delle ripartenze e credo che lo abbiamo fatto nel migliore dei modi: in un'occasione è stato bravo Gori, ma nel finale ci ha pensato Agodirin a regalarci una gioia immensa'.