174

Carlos Tevez torna al gol nelle coppe europee dopo 5 anni, ma la sua Juventus perde 2-1 la gara d'andata nella semifinale di Europa League contro il Benfica. Comunque il discorso qualificazione resta apertissimo in vista del ritorno di giovedì 1 maggio allo Juventus Stadium di Torino, dove mercoledì 14 maggio si giocherà anche la finale contro la vincente della sfida tutta spagnola Siviglia-Valencia (2-0 il primo round). Questa sera davanti ai 60mila spettatori dell'Estadio da Luz Conte è stato ripagato dalla voglia di gol dell'Apache argentino, che in Europa non segnava da 5 anni: infatti l'ultima rete di Tevez nelle coppe risaliva addirittura al pareggio per 2-2 tra Manchester United e Porto del 7 aprile 2009. Al suo fianco Vucinic viene preferito a Giovinco, partito dalla panchina. In difesa Caceres gioca al posto di Barzagli. Il grande assente è Vidal, fermato ancora dai problemi al ginocchio. Dall'altra parte Jorge Jesus deve fare a meno degli infortunati Salvio, Silvio e Gaitan. Si tratta di una sfida importante anche in chiave ranking Uefa, dove l'Italia deve respingere l'assalto del Portogallo. 

PRIMO TEMPO - La partita si mette subito in salita per i bianconeri (per l'occasione in maglia gialla con pantaloncini blu), puniti al 2' sul calcio d'angolo di Sulejmani dal colpo di testa di Garay, non ostacolato a dovere da Bonucci. Dopo la mezzora viene ammonito André Gomes, che era diffidato e salterà la gara di ritorno per squalifica. Sul finire del primo tempo cartellino giallo anche per Pogba.

SECONDO TEMPO - A inizio ripresa la Juve ha un sussulto col colpo di testa di Pogba respinto da Artur, ma subito dopo rischia il rigore per un intervento di Caceres su Enzo Perez, autore di un tunnel in area ai danni del difensore uruguaiano. Al 65' Conte si gioca la carta Giovinco, entrato al posto di Vucinic. Al 73' dalla sinistra Asamoah serve in area Tevez, che con una finta salta due avversari e mette dentro la palla del pareggio. Conte lo sostituisce con Osvaldo e il Benfica torna in vantaggio grazie al gran destro dal limite di Lima, subentrato a Cardozo. Subito dopo i portoghesi sfiorano il tris con la conclusione a fil di palo di Markovic. Nel finale Artur si salva col ginocchio su Marchisio

Benfica-Juve è in diretta anche sulle nostre app Android e iOS