1

Il tecnico del Napoli Rafa Benitez si è concesso al quaotidiano spagnolo AS:

SULLA SUPERCOPPA - "E’ una partita fondamentale per la squadra, la società e tutti i nostri tifosi. Vogliamo vincerla”.

JUVE FAVORITA - "Una finale è molto diversa dal campionato. La mentalità e l’intensità in campo faranno la differenza. In una partita secca la Juve è battibile”.

SULLA DIFESA - "Quando arrivi in una squadra cerchi di acquistare giocatori che s’incastrino perfettamente nel tuo modo di vedere il calcio, e per questo c’è bisogno di tempo. Abbiamo trovato dei calciatori molto bravi a livello offensivo, ma per l’interpretazione di ciò che volevamo bisognava regolare vari dettagli, poco a poco ci riusciremo”.

SULLE CRITICHE - “Mi ha sorpreso la mancanza di capacità di analisi. I numeri dell’anno scorso sono stati ottimi, abbiamo conquistato il record di vittorie in trasferta, di gol fatti e di punti in campionato. Come se non bastasse, abbiamo vinto la Coppa Italia e ottenuto 12 punti in Champions. Si trattava di risultati degni di grandi elogi ma all’improvviso si è messo tutto in discussione. Credo che sia mancato equilibrio”.

SU BEHRAMI - "Le sue parole, sinceramente, mi hanno sorpreso. Preferisco ricordare tutte le cose positive che lui ha fatto in campo e i commenti della maggioranza dei miei ex calciatori, che sono positivi

SU HAMSIK - “Credo che la polemica si basi molto sui risultati e poco sul suo modo di stare in campo. Non è una questione di moduli, ora Hamsik sente molto di più il peso della squadra perché è il capitano ed ha più esperienza, quindi ci si aspetta tanto da lui. Non è più così facile emergere come faceva prima perché adesso al suo fianco ci sono tantissimi calciatori di grande livello”.

SULLA ROSA - “La nostra rosa è più giovane e più forte di quella precedente, deve maturare e cominciare a credere che è in grado di raggiungere grandi traguardi. Juve e Roma sono in alto da molto più tempo rispetto a noi”.

SUL RINNOVO - "Con il presidente, il club e la città ho un’ottima relazione e voglio dare il massimo per questa squadra. Quando sarà il momento valuteremo insieme che direzione bisognerà prendere. Stiamo facendo crescere il Napoli come società, questa è la cosa più importante”.