173
Ripartire da Bennacer. Il Milan ha poche certezze per il presente e per il futuro, una di queste è rappresentata dall'algerino, che dopo mesi di rodaggio si è preso la scena. L'ex Empoli tornerà a disposizione contro l'Inter, dopo aver scontato il turno di squalifica che gli ha fatto saltare la sfida con il Verona, si riprenderà quella maglia da titolare che ha indossato in 13 delle ultime 15 partite rossonere tra campionato e Coppa Italia. Le due partite che non ha giocato non sono figlie delle scelte di Pioli, ma dei gialli, che hanno portato a due turni di stop, contro Napoli e, appunto, Verona. Per fare il definitivo salto di qualità Bennacer deve migliorare sul fronte cartellini. Ne prende troppi, un problema che va risolto.

PARTNER - Ammonizioni a parte, il Milan è contento di Bennacer. La scorsa estate ha fatto un investimento importante, ora sta raccogliendo frutti. Il miglior giocatore dell'ultima Coppa d'Africa è una delle certezze del centrocampo, a differenza del compagno di reparto, che con ogni probabilità dalla prossima estate sarà diverso. Kessie e Krunic, scelte obbligate di questa stagione, non danno le giuste garanzie, per questo sul mercato verrà cercato un nuovo profilo. Difficile arrivare al 'milanista' Tonali, che costa 50 milioni e ha una forte concorrenza, più facile riaccendere la trattativa con il Benfica per Florentino. Un nome da considerare, tra mille variabili. E una sicurezza, Bennacer.