23
Ci ha messo un po' a carburare, ma quando ha raggiunto i giri giusti non è più uscito. Ismael Bennacer si è preso il Milan e la sua stagione, al netto delle troppe ammonizioni (ben 12), può considerarsi assolutamente positiva. Non era facile fare il salto da una realtà di provincia come Empoli al palcoscenico di San Siro, l'algerino ha dimostrato di saperci fare e di poter diventare un punto fermo del presente e del futuro. Il Milan lo ha voluto fortemente, lo ha aspettato e ora se lo gode, nei piani c'è la volontà di ricostruire, di ripartire da lui e da Theo Hernandez, forse la notizia migliore di tutta la stagione.

PLUSVALENZA - Idee chiare, che potrebbero cambiare solo di fronte a un'offerta economica convincente. Per intenderci, il campione d'Africa 2019 è importante, è considerato una risorsa, ma non è un incedibile. La scorsa estate il suo nome era finito sul taccuino del Paris Saint-Germain, che secondo la stampa francese potrebbe tornare alla carica quest'estate. Per aprire un dibattito all'interno del Milan serve una proposta superiore ai 30 milioni, più o meno il doppio di quanto è stato pagato un anno fa (16 +1 di bonus).  Leonardo, che è un suo estimatore, è avvisato, non sono previsti sconti per Bennacer. In dieci mesi diventato grande, diventato da Milan.