13
“Secondo me la società ha operato bene, sono stati bravi e hanno colto le opportunità. Non era facile gestire il mercato dopo le cessioni eccellenti. I giocatori che ha preso sono diversi da quelli che sono andati ma vanno a ricostruire una squadra ancora molto competitiva anche per vincere lo Scudetto. Dzeko-Lukaku? Fare paragoni con il belga è difficile, perché era il giocatore più importante del campionato. Dzeko non è Lukaku, ha altre caratteristiche e ha 36 anni. Però bisogna pensare a tutto il reparto offensivo, magari tutti e tre gli attaccanti messi insieme riescono a raggiungere l’obiettivo. Inzaghi? È un ragazzo intelligente, ha un ottimo staff e prepara bene le partite. Ha già vissuto le pressioni di una piazza come quella della Lazio, anche se l’Inter è un’altra cosa e si dovrà adattare. È partito con due vittorie e sono sicuro che farà bene”.