34
De Vrij, Asamoah e possibilmente anche Bernard. L'Inter continua a muoversi in vista della prossima estate alla ricerca di colpi sostenibili a livello di bilancio anche considerando l'obbligo di chiudere il bilancio a zero in ottica Fair Play Finanziario. Se per il difensore della Lazio è tutto già virtualmente chiuso e se per il terzino della Juventus i discorsi sono ampiamente avviati, non si può dire lo stesso per il fantasista brasiliano dello Shakthar Donetsk.

COMMISSIONI E INGAGGIO - Sì perchè sebbene l'Inter si sia informata ampiamente su Bernard e nonostante il calciatore abbia più volte dichiarato di ritenere conclusa la sua esperienza in Ucraina, il club nerazzurro si sta scontrando con cifre attualmente fuori mercato. Sia per la richiesta fatta da Bernard di un quinquennale da almeno 4 milioni di euro annui a salire, sia per le commissioni richieste dal suo entourage che superano i 10 milioni di euro.
IL RUOLO DI KIA - Ma chi fa parte dell'entourage di Bernard? Un volto noto in casa Inter, o meglio in Cina negli uffici di Suning: Kia Joorabchian. Il super agente iraniano che ha portato all'Inter dietro ricchissimi pagamenti sia l'attaccante brasiliano Gabriel Barbosa (meglio conosciuto in patria come Gabigol) sia il centrocampista portoghese Joao Mario. Entrambi si sono rivelati dei flop in nerazzurro ma per entrambi l'Inter ha sborsato commissioni esorbitanti. 7 milioni complessivi intascati da Kia oltre ai 77 spesi per entrambi i cartellini. Pensare ad altri 10 milioni "regalati" dai nerazzurri all'agente iraniano non è ipotizzabile. Per vedere Bernard a Milano servirà uno sconto e anche forte. Un favore che questa volta dovrà essere Kia a fare all'Inter.