108
Ferie finite, è tempo di ripartire. Federico Bernardeschi è arrivato ieri al JMedical, dove ha sostenuto le visite di rito per poi mettersi a disposizione di Allegri. Dopo un'estate di festeggiamenti, per la vittoria dell'Europeo e per il matrimonio con ​Veronica Ciardi, l'esterno offensivo cresciuto nella Fiorentina è pronto a iniziare una nuova stagione in bianconero, nella quale, sulla carta, tutti partono allo stesso livello, nella quale le gerarchie possono essere stravolte.

SCELTA - Una chance, quella che chiede Bernardeschi, che non ha nessuna intenzione di lasciare la Juventus. Vuole restare a Torino, vuole giocarsi le sue carte, vuole dimostrare sul campo di essere da Juve, alla quale è legato da un contratto in scadenza nel 2022. In quattro anni ha segnato 10 gol in 147 presenze, numeri che non possono essere soddisfacenti, per lui e per il club. Dopo il biennio complicato con Sarri e Pirlo ritrova Allegri, il cui calcio si sposa perfettamente con le sue caratteristiche. La musica, insomma, può cambiare.

TEMPO - Bernardeschi vuole avere la possibilità di dire la sua, come successo in Nazionale, dove sente la fiducia di Mancini. Partire non è un'opzione, perché non ci sono offerte interessanti sul tavolo, perchè nessuno al momento gli garantisce un ingaggio da 4 milioni di euro netti a stagione. In questa seconda parte di anno vuole capire se c'è futuro in bianconero: il campo deciderà il futuro, se non sarà coinvolto guarderà altrove.

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati