135
Momento nero in casa Juventus. La svolta tanto attesa con il ritorno di Massimiliano Allegri in panchina non si è vista. Anzi, l'addio improvviso di Cristiano Ronaldo ha tolto la maschera rappresentata dai circa 30 gol garantiti ogni stagione dal portoghese, mettendo in luce tutti i limiti e le criticità della rosa bianconera. L'allenatore livornese sta provando diverse soluzioni tattiche, affidandosi anche a quei giocatori che negli ultimi due anni sembravano usciti dai radar. Tra loro, Federico Bernardeschi.

RINNOVO BLOCCATO - Proprio con Allegri in panchina si era visto il miglior Bernardeschi del periodo juventino, nei primi mesi della stagione 2018/19. L'esplosione ancora non è arrivata, anche se si è intravisto qualche segnale positivo. Non abbastanza, al momento, per convincere la Juventus a rinnovare il contratto dell'esterno di Carrara, in scadenza il prossimo 30 giugno, per cui pesano soprattutto i quattro milioni di euro netti di stipendio annuo. Per il momento l'idea di Federico Cherubini e dei suoi collaboratori è di proporre a Mino Raiola, da qualche mese agente dell'ex Fiorentina, un prolungamento a cifre più basse. Discorso rinnovo quindi, momentaneamente in standby: la Juve 2021/22 deve ancora partire, con un Bernardeschi voglioso di riscatto nel motore.