28
Dopo le scuse di DAZN, sono arrivate anche quelle di Comcast Technology Solutions, azienda del gruppo americano che controlla proprio Sky e partner esterno dell’emittente online britannico, a Reuters: “Eravamo in stretto contatto con loro mentre risolvevamo il problema e ci scusiamo per tutti coloro che sono stati interessati”.