149
Voleranno gli stracci fra il Milan e Zvonimir Boban. L'ex Chief Football Officer fu licenziato dal club e allontanato dall'ad Ivan Gazidis lo scorso  7 marzo 2020 dopo l'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport in cui il dirigente croato svelò la trattativa con Ralf Rangnick attaccando a distanza proprio l'attuale ad rossonero.

IL LICENZIAMENTO - Il 7 marzo il Milan comunicò a mezzo stampa "​di aver comunicato al Signor Zvonimir Boban la risoluzione del contratto con effetto immediato per il ruolo di Chief Football Officer del Club. Il Club ringrazia Zvonimir per il suo operato in questi 9 mesi e gli augura il meglio per il futuro professionale". Una sorta di licenziamento "per giusta causa" mai digerito dall'ex-fantasista che ha subito deciso di ricorrere alle vie legali.

VIA AL PROCESSO - Secondo quanto riportato da Repubblica, dopo mesi in cui sono stati stabilite strategie e non hanno trovato spazio eventuali riconciliazioni, fra oggi e domani prenderà il via il processo civile vero e proprio nelle aule del tribunale di Milano.