Commenta per primo

Il Cesena espugna Bologna 2-0 e si prende una fetta di salvezza: dopo un primo tempo equilibrato i romagnoli nella ripresa impartiscono una lezione di calcio ai rossoblù, molli e spenti sia fisicamente che mentalmente. Segna Giaccherini a inizio secondo tempo, poi nel finale, col Bologna sbilanciato da Malesani, va a segno Malonga. Il Bologna, dopo quattro sconfitte consecutive, ora vede fantasmi di retrocessione e subisce la contestazione del proprio pubblico a fine partita, mentre il Cesena sembra in grande risalita.

BOLOGNA

Per i rossoblù si presenta in sala stampa un abbacchiato Marco Di Vaio: 'Nel secondo tempo abbiamo avuto un approccio sbagliato alla gara: fino a un mese fa era una stagione da incorniciare, ma in questo periodo ci siamo complicati la vita. Fortunatamente abbiamo ancora un vantaggio da gestire, servono altri due o tre punti e dovremo sfruttare le partite casalinghe contro Parma e Bari'.

CESENA

Il migliore in campo, per distacco, è uno straripante Emanuele Giaccherini: 'E' stata un'emozione indescrivibile: era una gara molto importante per i nostri tifosi e per la classifica, abbiamo vinto e meritato. Nel primo tempo abbiamo contenuto bene il Bologna, lasciandogli pochi spazi, e dopo il gol è stato tutto più facile. Ora la nostra posizione è migliore, ma sarà una lotta fino all'ultima gara'.