3
In campo le leggende di Bologna e Real Madrid, ma gli occhi del Dall'Ara se li prende sempre lui, Sinisa Mihajlovic. Il tecnico rossoblù è intervenuto con un videomessaggio sui maxischermi dello stadio per salutare i tifosi: "Ehi aspettate un po' ragazzi - inizia Miha - che volevo salutarvi anche io. Mi dispiace di non essere là con voi. Sapete, sono uscito dall'ospedale ieri e avevo tanta voglia di andare a casa e vedere mia moglie e le mie figlie. Credo mi scuserete, ma volevo ringraziare tutti voi. I tifosi del Bologna, la società, per tutto quello che avete fatto per me, in questi momenti in cui mi siete stati vicini e mi avete dato tanta forza. In questo mio momento particolare in cui sto lottando contro questa malattia. Sono sicuro che sta andando bene e che vincerò soprattutto grazie anche a voi e all'amore della mia famiglia. Volevo salutare anche i ragazzi del Real Madrid che sono venuti a festeggiare i nostri 110 anni del Bologna che deve essere un grande orgoglio per tutti i bolognesi e la città. E un saluto speciale ai miei due fratelli, Karembeu e Seedorf: vi voglio bene ragazzi. Adesso non voglio più rubarvi tempo, iniziate a giocare, però voglio dire due parole a Marco (Di Vaio, ndr): vi dovete far valere, non dovete far cazzate, dobbiamo cercare di vincere come sempre. Auguri al Bologna e a tutti noi, vi voglio bene".