Nonostante le tre sconfitte consecutive in tre gare ufficiali, c’è speranza e stima nei confronti del Bologna di Delio Rossi. D’altronde, lo si sapeva e lo si è sentito ripetere spesso nel corso dell’estate che con una squadra costruita nelle ultime due settimane di mercato l’inizio sarebbe stato per forza di cose complicato.

Il Bologna sceso in campo ieri contro il Sassuolo ha dato l’impressione di essere una squadra che sicuramente deve crescere e migliorare molto ma composta da ragazzi che sudano la maglia, che ci mettono il cuore e che soprattutto escono dal campo avendo dato tutto il possibile. Si è visto un buon calcio ieri al "Dall’Ara" e il pareggio è mancato per un soffio, il gol dei neroverdi è arrivato infatti fortuitamente all’86’ ed è questa la cosa che ovviamente fa più rabbia.

E’ per questo che la curva Bulgarelli, nonostante tutto, ha travolto di applausi i giocatori mentre si addentravano nel tunnel per gli spogliatoi. E’ per questo che non si hanno dubbi sul fatto questa che sia la strada giusta da percorrere ma che ci vorrà tempo, è inutile dare giudizi affrettati ora e tutto l’ambiente lo sa bene.

Il club rossoblù, a differenza del Sassuolo ben consolidato, è partito in questo campionato da zero rivoluzionando completamente la squadra. Mister Rossi ha bisogno di costruire il suo gruppo, di amalgamare al meglio tutti i giocatori nuovi, per questo bisognerà lasciargli il tempo necessario affinché in campo scenda una squadra in perfetta armonia. Inoltre, questo è il Bologna più giovane degli ultimi anni ed è normale peccare un po’ di inesperienza, soprattutto all’inizio della stagione.

Non si hanno dubbi sulle capacità del tecnico rossoblù di riuscire ad infondere tranquillamente a questi ragazzi il giusto coraggio e le proprie idee, dobbiamo ricordarci sempre che questo è un anno di transizione verso obiettivi più grandi di una salvezza. Diamo tempo a Rossi di costruire la sua squadra e di raggiungere lo scopo prefissato, i conti si faranno alla fine.

Il mercato del Bologna è stato in stand-by per quasi due mesi ma nelle ultime due settimane Corvino ha infilato una serie di colpi uno dopo l’altro, partendo da Destro e arrivando a Donsah. Domani è l’ultimo giorno di mercato e sono attesi altri due giocatori, Giaccherini e Taider, dopodiché Rossi potrà lavorare per un paio di settimane, complice anche la sosta, sul vero Bologna.