1
Altra brutta serata per il Bologna che perde la sua quarta partita dall’inizio del campionato, subendo ancora una volta due gol nonostante una partita all’altezza della situazione contro la Lazio: il leitmotiv è sempre quello, i rossoblù giocano bene, spingono in avanti ma non riescono a portare a casa la vittoria.

Ora, è chiaro ed evidente che esista un problema e che bisognerà fare il possibile per risolverlo con lo scopo di disputare un campionato sereno e senza l’incubo della lotta per la salvezza: il Bologna di Sinisa Mihajlovic così non funziona. Mancano degli uomini chiave (un difensore centrale di livello e un possibile bomber, richieste che non sono state accolte nel mercato estivo) ma l’unica possibilità che ha l’allenatore del Bologna per ridare nuova linfa a questa squadra è probabilmente cambiare modulo.

Si soffre troppo in difesa e il centrocampo, seppur con dei buoni interpreti come Schouten e Svanberg, non riesce a fare da filtro contro gli attacchi degli avversari: passare ad un centrocampo a 3 potrebbe essere una prova necessaria che cambierebbe un po’ le carte in tavola.

Altre soluzioni, al momento, non ce ne sono. Il carattere c’è e la determinazione non manca ma subire gol da 38 giornate sta diventando un incubo dal quale i rossoblù non riescono a venire fuori. In questo momento, pur di vincere e non subire gol, chiunque sarebbe disposto a scambiare il bel gioco con una partita brutta ma da tre punti.