Commenta per primo

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus e della nazionale italiana, ha parlato ai microfoni della Rai al termine della gara pareggiata per 2-2: "Mai una gioia (ride, ndr). Ho provato a girarla, purtroppo è andata fuori di poco. Abbiamo mostrato buone individualità, meritavamo di vincere la partita. Purtroppo siamo riusciti solo a pareggiare ma abbiamo dimostrato di essere una grande Italia. Il Brasile è una grandissima squadra ma ha trovato anche una grandissima Italia, forse per questo è sembrato meno forte. Non ricordo una partita con così tante occasioni, ma non siamo stati bravi a finalizzare. Abbiamo un'identità, un gioco preciso e la gara di stasera è la conferma del grande lavoro fatto negli ultimi due anni. De Sciglio è un grandissimo talento, oggi ha fatto delle grandissime diagonali. E' molto promettente. Cerci? E' entrato bene in partita all'esordio, ci ha permesso di creare sempre la superiorità numerica, ci ha dato un po' di sfrontatezza. Gli esordienti hanno fatto una grandissima partita.

Abbiamo creato di più nel secondo tempo perché abbiamo sfruttato l'uno contro uno di Balotelli e di Cerci, ma in tutta la partita si è vista un'Italia che aveva voglia di fare la partita. Merito a Prandelli ma anche a Conte, è un vantaggio per l'Italia poter contare su una base forte e che sta bene come quella della Juventus. Sono due mesi che non sono in perfette condizioni, soffro un po' di pubalgia ma cerchiamo di tenerla a bada. Mario ha delle qualità importanti, stasera ha dimostrato che quando vuole può mettere in difficoltà chiunque. Mi sono congratulato con lui a fine gara.