Commenta per primo

 

Magie ed entusiasmo. Javier Pastore sta incantando tutti, anche coloro che appena un anno fa, ad inizio campionato, lo fischiavano. El Flaco adesso ha preso per mano il Palermo e, nonostante la giovane età, ne è diventato uno dei leader.

Delle potenzialità di Pastore ne è convinto anche l’ex attaccante di Fiorentina e Milan, Stefano Borgonovo che, pur lottando giornalmente con la SLA, non perde la voglia di parlare di calcio, così affida il suo commento sul maleducato del calcio (così lo ha soprannominato Maradona, ndr) scrivendo a Palermo24.net: “Pastore - scrive Borgonovo -  è uno dei giovani più interessanti a livello mondiale, ha una grande visione di gioco, ma deve ancora crescere. Le potenzialità le ha tutte. E’ un giocatore che mi piace molto e anche il mio amico Walter Zenga quando allenava il Palermo, già dai primi allenamenti, mi parlava sempre di lui, dicendomi che era un giocatore di grande talento che avrebbe fatto presto la differenza”E se queste parole provengono da chi, all'inizio del Mondiale, aveva indicato in Ozil uno dei migliori giocatori della competizione, c'è da stare tranquilli. Il futuro è di Pastore.