23
Torna a parlare Brahim Diaz, il talento spagnolo racconta a Efe il passaggio in prestito dal Real Madrid al Milan: "E' vero che avevo altre offerte, però il Milan è un club molto grande ed era in una striscia vincente dopo la quarantena, sono entrati in posizioni europee. Alla fine è il Milan, non ci ho pensato due volte perché è un club molto grande. Il playoff di Europa League con il Rio Ave? E' la partita più lunga che abbia mai giocato (ride, ndr). Alla fine è stato importantissimo passare il turno ed entrare nella fase a gironi, perché siamo il Milan e dobbiamo starci. Le squadre grandi, come dicono, devono vincere in qualunque modo. Theo Hernandez ha detto che si tinge i capelli di rossonero se il Milan si qualifica per la Champions League? (Ride, ndr). Io non so che promettere, copio lui e ci faremo un selfie! Dobbiamo continuare a lavorare, il gruppo è molto giovane con alcuni di esperienza che ci aiutano, possiamo farcela. Sta cosa dei capelli... Perché no? Accompagno Theo se necessario, non ho nessun tipo di problema, anche se sono più timido di lui, queste cose gli piacciono di più (ride, ndr). Ibrahimovic? E' un grande uomo, da quando sono arrivato mi ha dato ottimi consigli. Da giocatore vediamo già quello che è, continua a fare la differenza in campo".