3
E' stata una gara dura, non solo in campo, quella che ha messo di fronte a Belo Horizonte Brasile e Cile nel primo ottavo di finale del Mondiale. Al di là dello sviluppo drammatico della partita e del finale al cardiopalma ai rigori, è stata forte la tensione negli spogliatoi durante l'intervallo tra il primo e il secondo tempo regolamentare. Nel tunnel che conduceva agli stessi spogliatoi ci sono stati alcuni incidenti tra i giocatori, confermati nel postpartita anche dal ct verde-oro Scolari.

RISSA NEL TUNNEL - Tutto è nato da un alterco che ha visto protagonisti Fred da una parte e Medel dall'altra, col primo che ha rifilato (come documentano dal fermo immagine delle riprese tv, da mundodeportivo.com) uno schiaffetto alla nuca del difensore cileno. Da lì, secondo quanto riportano i delegati della Federcalcio del Cile, si è acceso un parapiglia che ha visto il capo ufficio stampa brasiliano Rodrigo Paiva dare un pugno a Pinilla: "La Fifa ha il video dell'accaduto", insistono i cileni, che hanno presentato un esposto.

SANZIONI IN ARRIVO? - Lo stesso Paiva ha parzialmente confermato la versione degli avversari, pur tentando di evidenziare anche le loro responsabilità: "C'è stata un po' di confusione, loro ci hanno insultato e aggrediti. E' stato Pinilla a venirmi incontro e io mi sono solo difeso. Nessun pugno, l'ho solo spinto". Si attendono ulteriori sviluppi, con la Fifa chiamata a valutare eventuali sanzioni.