Commenta per primo


Brasile mon amour. Il calcio brasiliano piace da sempre tantissimo alle grandi del pallone europeo, che fanno spesso la gara tra loro per portare a casa il campione di turno. E le aste non fanno altro che riempire di gioia sia il giocatore interessato, che sceglie generalmente il miglior ingaggio tra quelli offerti, sia i club di appartenenza, che grazie al denaro che incassano con i talenti di casa riescono a mettere da parte il gruzzolo necessario per farsi belle in Sud America.

Parlando dell’oggi, sono già numerosi i calciatori nel giro della Nazionale carioca che hanno deciso di prendere l’aereo per l’Europa. E alcuni di loro hanno già fatto il percorso inverso, tornando in patria da eroi dopo una carriera densa di soddisfazioni dall’altra parte del mondo (vedi Ronaldinho). Ma sono ancora tantissimi i giovani dall’ottimo pedigree che stanno facendo sospirare i direttori sportivi delle società più importanti del continente. Ecco chi sono i più gettonati.
Bruno Cortes, 24enne terzino sinistro del Botafogo, dovrebbe essere il primo colpo di De Laurentiis per gennaio. Costa relativamente poco (intorno ai 3 milioni di euro) e ha esordito con la maglia carioca qualche mese fa, contro l’Argentina. Può giocare anche come esterno di centrocampo. Buon investimento.

Su di lui, Dedè, 23enne difensore centrale del Vasco da Gama, si dicono bellissime cose. È considerato uno dei migliori prospetti del Brasilerao e piace a parecchie squadra italiane. Juventus, Roma e Genoa in pole position. Ma non per gennaio. Oggi vale 6 milioni.

Altro protagonista della retroguardia brasiliana, il ventenne Danilo del Santos, che pare abbia già detto sì al Porto, che dovrebbe accoglierlo tra qualche giorno. Gioca sulla destra, in difesa ma anche a centrocampo. Per il suo trasferimento, sono stati necessari 10 milioni di euro.

«Voglio restare al Corinthians», avrebbe dichiarato soltanto qualche giorno fa Paulinho,  il 23enne centrocampista che piace tanto alla Roma. Lo seguono anche Milan, Inter, Valencia e Porto. Ma se ne parlerà a fine stagione, e per non meno di 6 milioni.

Di Ganso (22 anni), trequartista di classe del Santos, se ne parla già da tempo in Europa. Il Milan è stata una delle prime squadre a farsi sotto, ma sono ancora calde le piste che portano al Chelsea e al Psg. Dovrebbe rimanere in Brasile ancora per un anno. Ma il denaro fa miracoli. Oggi vale intorno ai 18 milioni, tuttavia la sua quotazione potrebbe volare alle stelle da qui ai prossimi mesi.

Un altro ventenne di sicuro avvenire è Oscar, centrocampista avanzato dell’Internacional di Porto Alegre, con il quale ha segnato 13 reti in 39 gare e ha fornito assist a ripetizione (ben 10). Pare che il suo nome sia già stato inserito nella lista dei preferiti da Barcellona, Milan e Inter, che proveranno a portarlo a casa in estate. Per il momento, la sua valutazione non è astronomica: 8 milioni.

Lotta aperta tra le due milanesi anche per aggiudicarsi il 19enne centrocampista di rottura Casemiro, che sembra abbia avuto da ridire con il San Paolo e voglia fare le valigie per arrivare in Italia già a gennaio. Ma attenzione alla Roma, Baldini lo vorrebbe regalare a Luis Enrique. Cartellino acquistabile a 7,5 milioni.

Il San Paolo sforna fuoriclasse in serie. Eccolo, l’ennesimo. Si chiama Lucas, ha 19 anni e ha già collezionato 10 presenze con la maglia della nazionale maggiore. Radiomercato dice che il procuratore del giocatore avrebbe già in mano l’offerta dell’Inter, che pare intenzionata a sborsare i 10 milioni richiesti dal club brasiliano. Segna e fa segnare, è un fenomeno.

A proposito di fenomeni e fuoriclasse, è lui il primo della lista, l’oggetto dei desideri di mezza Europa. Signore e signori, se non lo conoscete ancora, lo conoscerete presto, statene certi. Perché Neymar, 19enne dal gol facile, anzi, facilissimo, prima o poi sbarcherà alla corte di una big del calcio europeo. Anche se costa tantissimo, dai 30 ai 35 milioni, e soltanto in poche squadre possono presentare una simile offerta. Il Barcellona farebbe festa se la stella decidesse di accettare di giocare in blaugrana. L’Italia è fuori dai giochi.

L’ultimo campione del lungo elenco di giovani stelle carioca risponde al nome di Leandro Damiao, 22enne di 1 metro e 87 che gioca come centravanti nell’Internacional. Ha segnato 29 gol in 65 gare nella serie A brasiliana. È forte di testa, ma pure i piedi non sono male. Secondo i bene informati, Inter e Juventus vorrebbero portarlo nel nostro campionato già a gennaio. Ipotesi non impossibile, ma ancora tutta da verificare.