4
Chiamare un figlio FrancescoTotti. In Italia forse non si potrebbe, ma il brasiliano Marcelo Lemos che vive a Palmas, capitale dello stato di Tocantins, lo ha fatto davvero.  ​"Sono tifoso della Roma ed è chiaro che non potevo dargli nessun altro nome che questo: Francesco Totti Lemos», spiega il papà. Un po' come Garibaldi, che chiamò due figli Menotti e Ricciotti in onore di due patrioti del Risorgimento.  «Quando mi sono fidanzato con la donna che oggi è mia moglie, Sellma, abbiamo fatto un patto: se un giorno ci sposiamo il primo figlio lo chiamiamo Francesco Totti. Lei ha accettato. Per me Totti è stato unico, il più grande. Ma amo anche altri calciatori della Roma come Batistuta e De Rossi».