L'Inter ha in pugno Gabriel Brazao, un portiere di prospettiva importante. Perché dopo tanto lavoro di scouting alla ricerca di un talento da mettere alle spalle di Samir Handanovic per il futuro prossimo, il ds nerazzurro Piero Ausilio ha prenotato il brasiliano classe 2000 di proprietà del Cruzeiro, portiere di cui si dice un gran bene con l'Inter pronta a passare dall'accordo verbale ai fatti. A questo è servito il blitz in sede a Milano degli intermediari che stanno curando l'operazione con il Cruzeiro e anche di Giancarlo Romairone, ds del Chievo che prenderà Brazao in sinergia con l'Inter per una questione di posti da extracomunitari a disposizione. OK DEL GIOCATORE - Dopo aver aperto il dialogo da settimane, l'Inter infatti ha ottenuto il sì del giovane portiere alla soluzione studiata da Ausilio: almeno 6 mesi al Chievo per completare il tesseramento proprio come fu per Julio Cesar dal Flamengo ormai ben quattordici anni fa, il via libera allo slot da extracomunitario che occuperà la società di Verona e poi l'arrivo all'Inter programmato per giugno, quando si deciderà se procedere a un nuovo prestito o se trattenere Gabriel Brazao in rosa. Promosso da tutto lo scouting nerazzurro, Brazao ha accettato questo tipo di opportunità e sta spingendo per essere liberato dal suo club: Ausilio lo ha bloccato per evitare inserimenti di altre concorrenti, vanno sistemati ancora diversi dettagli sulle formule di pagamento al Cruzeiro per il rendimento futuro di Brazao prima di farlo approdare in Italia. Ma il traguardo è vicino, l'Inter sta prenotando un baby portiere 18enne che promette benissimo.