61
Come non far toccare palla ai centravanti avversari: Gleison Bremer, senza aspettare la fine del campionato, potrebbe già scrivere ora un manuale con questo titolo ripensando alle partite giocate finora. Un capitolo lo dedicherebbe certamente a Dusan Vlahovic che ha del tutto annullato quando lo ha affrontato circa un mese fa in Torino-Fiorentina. Ora i due si ritroveranno uno di fronte all’altro nel derby della Mole e la loro sfida non sarà di certo come l’ultima: la Juventus non è la Fiorentina, la stracittadina non è una normale partita di campionato e Vlahovic non avrà certo voglia di un’altra gara senza toccare il pallone.

ULTIMO DERBY COL TORO? - Dal canto suo Bremer non avrà certo intenzioni di fare sconti o di usare le buone maniere. “Il derby dobbiamo andare a giocarlo cattivi. Abbiamo sbagliato due partite e abbiamo perso, contro la Juve sarà la partita della vita” aveva dichiarato subito dopo il fischio finale della gara contro il Venezia nell’ultimo turno di campionato. A fare bella figura e magari togliersi la soddisfazione di vincere una stracittadina il difensore brasiliano ci terrà sicuramente, anche perché quello di domani con ogni probabilità sarà il suo derby con la maglia del Torino addosso. Non ha nascosto la propria ambizione di giocare la Champions League nel prossimo futuro e in estate Urbano Cairo è pronto ad accontentarlo e a lasciarlo partire. 

JUVE E INTER SULLE SUE TRACCE - Sulle tracce di Bremer c’è l’Inter, ci sono diverse squadre inglesi ma c’è anche la Juventus. Nel caso il brasiliano si dovesse trasferire proprio in bianconero sarebbe certamente contento Vlahovic, che non dovrebbe più preoccuparsi dalle sue marcature, molto meno felici lo sarebbero invece i tifosi del Torino. Per pensare al mercato e a che maglia indosserà il brasiliano quando giocherà il suo prossimo derby è ancora troppo presto: ora nella testa di Bremer ci sono solamente la sfida contro la Juventus e il duello con Vlahovic.