162

"Bremer 7: Non servivano conferme, ma sotto gli occhi di Ausilio e Marotta, Bremer dimostra di essere uno dei centrali più forti del campionato. Dzeko lo ha capito sulla sua pelle. Che roccia!". Così il nostro pagellista Pasquale Guarro ha cementificato in poche parole la prestazione monstre che il centrale brasiliano del Torino ha messo in campo nella sconfitta di misura subita contro l'Inter. Una gara di spessore che si riflette ancor più nelle certezze dei dirigenti nerazzurri che già da tempo lo seguono e che lo hanno eletto a principale obiettivo in vista della prossima estate. 

ANNULLATO DZEKO E LAUTARO - Non serviva scoprirlo nello scontro diretto, ma il confronto con i talenti offensivi dell'Inter ha certificato le qualità che Bremer sta mostrando da inizio campionato. Di fatto Bremer ha reso la vita impossibile sia a Lautaro Martinez che a Dzeko, reggendo lo scontro sia sul piano della velocità che su quello fisico dove lo stesso bosniaco solitamente eccelle. Spesso e volentieri è stato lui l'ultimo baluardo che ha separato l'Inter da Milinkovic-Savic con una prestazione ancor superiore alle aspettative.

MIGLIOR DIFENSORE DELLA SERIE A - E se l'occhio del nostro Pasquale, e di chi vi scrive non vi bastasse, allora in nostro soccorso non possono che arrivare i numeri che pongono Bremer al vertice fra i migliori difensori della Serie A. Nessuno è come lui per palloni intercettati e recuperati (neanche la triade nerazzurra Skriniar-De Vrij-Bastoni), ma Bremer è al primo posto anche per duelli e duelli aerei, mentre dove può migliorare ancora è sul numero di falli commessi, 33, che testimoniano però anche una predominanza fisica importante.

TRATTATIVA IN SALITA - Il ds Piero Ausilio e l'ad Beppe Marotta stanno già iniziando a lavorare in vista della prossima estate di mercato dove, verosimilmente, sia Ranocchia che Kolarov potrebbero dire addio per il contratto in scadenza, e in cui verranno ascoltate eventuali offerte per De Vrij (che entrerà nell'ultimo anno di contratto salvo un rinnovo per ora fermo). Bremer è considerato a tutti gli effetti il preferito nel ruolo, ma oggi la trattativa è ancora in salita. La concorrenza del Milan e del Napoli è forte e il contratto in scadenza 2023 col Torino un'arma a doppio taglio per provare a forzare la mano del Torino che non scendo oggi da una valutazione di 15-20 milioni. Siamo lontani da un'intesa, nonostante il contatto fra Marotta e Cairo, ma l'Inter su Bremer ci punta parecchio.

@TramacEma