576

L’Inter parte forte, domina il campo, schiaccia il Brescia nella propria area senza concedere né spazi né ripartenze. Produce tanto ed è pericolosa soprattutto sui calci piazzati con Lukaku, de Vrij e Godin che che di testa vanno vicini al vantaggio. Nulla da fare, ma il vantaggio è nell’aria e arriva puntualmente al 23’ con Lautaro Martinez che in contropiede calcia dal limite e trova la decisione di Cistana che beffa Alfonso. Col vantaggio l’Inter controlla, abbassa i ritmi e annulla tutte le trame offensive degli uomini di Corini.
 
Nella ripresa però il copione cambia, l’Inter crolla fisicamente e lascia sempre più spazio e campo al Brescia che inizia a crederci e va due volte vicino al gol con Handanovic che si supera più volte su Donnarumma e Balotelli (due volte vicinissimo al gol). Nel momento di maggior sofferenza è però un lampo in contropiede di Romelu Lukaku, che trova un super gol dalla distanza, a dare il doppio vantaggio ai nerazzurri. 

Conte respira, ma l'Inter esce dal campo e dopo un altro gol divorato da Balotelli stavolta il Brescia passa con Bisoli che semina il panico sulla destra, calcia addosso ad Handanovic, ma la palla carambola sul ginocchio di Skriniar e termina in gol. Il 2-1 riaccende il finale, ma la difesa dell'Inter non senza brividi regge l'urto e salva 3 punti fondamentali che regalano, almeno per una notte, la vetta della classifica ai nerazzurri.


A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI GIANCARLO PADOVAN PER 100ESIMO MINUTO.