Commenta per primo

Alla fine il Siena ha vinto, ma Larrondo non ha giocato. Il 23enne Marcelo Alejandro ieri è rimasto in panchina, osservando i suoi compagni battere il Chievo con un gol di Destro e conquistare una storica semifinale in coppa Italia. 'Mi dispiace: avevo parlato con il direttore sportivo Perinetti, alla vigilia c'era la convinzione che sarebbe sceso in campo - dice l'agente di Larrondo, Gustavo Ghezzi -. E' anche vero che questo episodio agevola una sua partenza'. Il tecnico dei senesi Sannino ha deciso di farne a meno, se non lo impiega nemmeno in coppa Italia: 'Larrondo è pronto ad andare via - spiega Ghezzi - ed è vero che il Siena ha un'intesa con il Brescia per la sua cessione. Ma può avere un'intesa anche con altri club'. Cosa vuole Larrondo? 'Marcelo vuole giocare. E la miglior garanzia di giocare è a Brescia'. In considerazione del gradimento espresso dal tecnico Alessandro Calori, che l'ha messo al primo posto nella lista dei desideri del mercato invernale.

Ieri pomeriggio il direttore sportivo Andrea Iaconi ha assistito all'allenamento della squadra biancazzurra insieme a Ugo Calzoni, il manager che ha il mandato per vendere la società (sono giorni decisivi per una svolta nella vicenda). Iaconi fra oggi e domani cercherà di stringere per Larrondo. Altrimenti dovrà cercare un'alternativa. Se il Granada non si muove oggi, la Fiorentina cercherà una sistemazione in Italia per il diciottenne senegalese Khouma El Babacar. Brescia e Bari sono in lizza. Dominique Malonga (Cesena) è sempre una possibilità (quando in Romagna arriverà un altro attaccante). E con il Novara c'è un discorso aperto da tempo per Pablo Granoche. Il mercato chiude il 31 gennaio. Prima e dopo si discuterà anche di rinnovi.

Con Omar El Kaddouri (in scadenza nel 2013) il Brescia vuole intavolare un prolungamento per poterne trattare la vendita con più serenità (senza farsi prendere per il collo a giugno). Una questione da risolvere subito, perché con il passare del tempo potrebbe diventare spinosa. Di sicuro le quotazioni dell'under 21 belga sono in rialzo: al momento oscillano fra i 5 e i 7 milioni di euro. Destinazioni plausibili? Napoli, Genoa, Juventus, Inter, ma anche Arsenal e Tottenham. Non è detto che venga proposto subito, invece, il rinnovo a Davide Zoboli. Il club di via Bazoli potrebbe volerlo rivedere in campo dopo il lungo infortunio, prima di decidere se prolungare o meno. Zoboli, dal canto suo, ha altre offerte da valutare. Potrebbe scegliere di andare in scadenza e trovare squadra a giugno da svincolato. Già sulle sue tracce il Varese, in vantaggio su Chievo, Hellas Verona e Sampdoria.

(Bresciaoggi)