Commenta per primo

Brescia in crisi ma sostenuto dai tifosi, Sampdoria nell'occhio del ciclone e nel mirino dei propri sostenitori. E i confronti non finiscono qui: Zambelli capitano sulla tolda di una nave che imbarca acqua, l'ex rivale della fascia destra Rispoli in settimana centrato, e non metaforicamente, dai contestatori doriani. Non si parlasse di calcio, sarebbe una stranezza. Ma di calcio si tratta e c'è comunque un filo di logica nel breve viaggio a Coccaglio, sotto una pioggia da tropici, di un gruppo di tifosi che entra in campo mentre sta per iniziare l'allenamento. Non per contestare, ma per far sentire alla squadra un affetto che cinque sconfitte di fila non hanno scalfito. L'inizaitiva è del gruppo Brescia Curva Nord.

'I tifosi sono entrati in campo solo per incitarci e darci coraggio - racconta Zambelli -. Una stranezza per Brescia, soprattutto dopo cinque sconfitte. Una sorpresa che ha dato la carica a tutti, e lo si è visto in allenamento. E anche la società è vicina alla squadra e a Scienza. E per ciò che ci ha dato in estate e continua a darci, Scienza per noi è fondamentale. Ci siamo aggrappati a lui, ci ha dato un grande aiuto'. Ora servono cuore, gambe e coraggio e forse anche qualcos'altro per non perdere la fiducia e riprendere il piglio da Gian Burrasca dell'avvio di stagione: 'Serve la sfrontatezza dei giovani - dice Zambelli a metà fra il consiglio del collega appena un po' più vecchio e l'ordine del capitano -. Ma vedendo gli allenamenti di questa settimana, sono più che fiducioso in questa squadra'.

(Bresciaoggi)