8
Secondo quanto riferito dal Daily Telegraph, un tifoso inglese di 32 anni recatosi a Sofia a seguito della Nazionale di Southgate in vista della partita di questa sera contro la Bulgaria, è morto in circostanze ancora non chiare poco dopo le 10: il ragazzo, trovato per strada in centro in condizioni disperate e privo di conoscenza,  è deceduto poco dopo il ritrovamento. Il ministero degli interni bulgaro non ha confermato voci riguardanti l'assunzione di droghe e le autorità britanniche sono a lavoro per arrivare alla verità: l'episodio non è legato al ferimento di un altro tifoso, che si trova attualmente all'ospedale con un braccio rotto, dopo alcuni scontri con la polizia locale.

EPISODI DI RAZZISMO - Durante la partita invece si è verificato un altro spiacevole episodio di razzismo, con protagonista la Bulgaria: ben sei casi di ululati nei confronti della formazione dei Southgate, con lo speaker che ha annunciato ben due volte, sospendendo per pochi attimi la partita, che il match potrebbe terminare in via definitiva. Nell'intervallo, il capitano bulgaro Popov è andato a colloquio coi propri tifosi, chiedendo di smettere con i canti razzisti e i saluti neo-nazisti sfoggiati nei primi 45 minuti.