Commenta per primo

Torna la Bundesliga dopo la sosta invernale ma non cambiano le forze in gioco anzi, si rafforzano. L'anti Borussia Dortmund, devastante in casa di una di quelle che era considerata la maggior accreditata alla rimonta, è il sorprendente Hannover che dopo una stagione, quella passata, chiusa con la salvezza all'ultimo respiro, si trova secondo in classifica anche se staccato di dodici lunghezze dai gialloneri.

Vincente, si diverte e fa divertire il Borussia Dortmund, anche senza Kagawa impegnato in Coppa d'Asia. Ci pensa Grosskreutz a lanciare la fuga con una splendida doppietta, lasciando a Gotze l'onore di chiudere i conti rendendo vana la rete di Kiessling.

Se l'Hannover è la più diretta inseguitrice, molto lo deve al difensore Schulz e all'attaccante Ya Konan, alla sua migliore stagione in Germania. Cade invece il Mainz che non riesce a tenere il ritmo elevatissimo dei battistrada. La sconfitta con lo Stoccarda di Molinaro arriva per mano di Harnik che scaccia, almeno per il momento, lo spettro della retrocessione.

Chi invece dà l'addio definitivamente ai sogni di Meisterschale è il Bayern Monaco di Van Gaal che col Wolfsburg non va oltre l'1-1. Lahm sbaglia un rigore, Schweinsteiger si fa fregare in occasione del pareggio e Ribery esce per infortunio: segnali dal campo di una resa annunciata da tempo.

Chi non tramonta mai è Ruud Van Nistelrooy che con il suo guizzo di testa regola lo Schalke 04 e riattira l'interesse del Real Madrid. Tra le stelline emergenti continua l'ottima stagione di Cissè del Friburgo, doppietta anche al St Pauli.