Commenta per primo

Lazio-Roma è il suo bivio. Per quanto si provi a metterne in evidenza tutti gli altri significati della sfida, i riflettori principali restano puntati su di lui, su Edy Reja. Tredici sfide in carriera con i giallorossi senza mai vincere, con 11 sconfitte delle quali le ultime dolorosissime quattro nei derby alla guida della Lazio. Il tecnico si porta un grande fardello sulle spalle e sa che il risultato di domani segnerà la svolta della sua avventura in biancoceleste. Qualcuno ha provato a giocare su questa sua tensione. Il capitano della Roma, Francesco Totti, l'ha tirato in ballo in maniera non proprio elegante: «L'uomo decisivo? Sarà Reja, il nostro portafortuna». Il friulano ha preferito non rispondere a caldo. Ha aspettato un giorno per poi parlare ai microfoni di Radiosei. La replica è stata all'insegna della signorilità, nello stile del personaggio: «Lasciamo stare le chiacchiere - ha spiegato - noi abbiamo bisogno di concentrazione». Ha un mantra, Edy Reja. È quello della serenità. Vuole che la sua squadra entri in campo senza troppa pressione. Non vuole rivedere le scene di nervosismo che, in parte, hanno determinato l'esito delle ultime stracittadine: «Dobbiamo fare la partita che tutti si aspettano e a me spetta il compito di far trovare la concentrazione giusta con equilibrio, con serenità e sicurezza nelle nostre possibilità». Un qualcosa, però, la Lazio dovrà metterlo in campo a tutti i costi: «Dobbiamo scendere sul terreno di gioco con il cuore. Se si gioca con il cuore spesso si porta a casa il risultato». Dalla sua, il goriziano può vantare un'esperienza che, per forza di cose, il dirimpettaio Luis Enrique non può ancora vantare: «Il derby è qualcosa di straordinario - spiega - però sono sufficientemente esperto ed equilibrato e so come vanno queste cose. Devo dare sicurezza alla squadra». Poi c'è anche il tempo di lanciare un messaggio alla tifoseria, quell'«entità» con la quale, dal suo arrivo a Roma, il rapporto è sempre oscillato tra l'amore e l'odio: «Nelle ultime gare ho visto una grande compattezza allo stadio e questo mi fa piacere. Siamo un buon gruppo che può dare grandi soddisfazioni e i tifosi ci devono stare vicino, anche nei momenti più difficili. So che il derby vale oltre i 3 punti... Più vicini stiamo alla squadra e più soddisfazioni daremo ai tifosi. Daje Lazio». L'undici per domani in praitca è stato scelto. Ci sarà Biava in difesa, ci sarà soprattutto Gonzalez nel ruolo di mezzala destra, preferito a Mauri. E poi Hernanes dietro a Klose e a Cissé. Reja si affida ai suoi gioielli per cambiare la sua storia a Roma.