Commenta per primo
Il direttore sportivo del Cagliari, Stefano Capozucca traccia un bilancio sul mercato invernale: "A gennaio non volevamo fare rivoluzioni, abbiamo fatto un mercato in linea con i nostri programmi svecchiando un po' la squadra. Ci serviva un terzino e abbiamo preso Miangue, a centrocampo è andato via Munari ed è arrivato Faragò, uno dei giocatori più importanti della Serie B. Abbiamo dato in prestito secco Giannetti, sono tornati Deiola e Ibarbo, un mio vecchio pallino che stimo molto. Poi abbiamo fatto lo scambio tra portieri Gabriel-Storari col Milan, tutte scelte molto ponderate". 

Un primo sgaurdo in vista della prossima campagna acquisti estiva: "Cragno torna da noi, poi vediamo, è un patrimonio del Cagliari. Bisoli? Valuteremo, dobbiamo anche seguire i giocatori che abbiamo dato in prestito, a partire da Colombatto".