Commenta per primo
Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari, parla alla vigilia del match con il Verona: "Siamo le due squadre che subiscono più tiri. Hanno un'identità forte, un allenatore che è un combattivo in grado di trasmettere questo atteggiamento alla squadra. Hanno subito meno gol di noi, nelle singole fasi del gioco sono stati più precisi. Aggiungo, però, che sul campo la differenza di punti è minima, soprattutto senza il gol subito allo scadere dallo Spezia. Questo ci deve dare fiducia in vista di domani".

Il tecnico dei rossoblù aggiunge: "La verticalità in questi casi è l'arma migliora da utilizzare"

"Le assenze pesano - conclude Di Francesco, come riporta l'Ansa - non solo nelle scelte iniziali ma anche sul piano delle evoluzioni a gara in corso. Adesso bisogna pensare a prepararci al meglio, perché poi ciò che conta sono i risultati e le prestazioni: chi scende in campo deve essere motivato anche per conquistarsi e meritarsi lo spazio".