E' stata la partita del ricordo di Davide Astori, Cagliari-Fiorentina. Sì, perché l'indimenticato capitano viola è esploso, in tutte le sue qualità, proprio in Sardegna. Eppure, sugli spalti, ieri è successo qualcosa di diametralmente opposto all'emozione e alla commozione per il ricordo di DA13

'DEVI MORIRE, DEVI MORIRE' - Alla Sardegna Arena ieri è stato soccorso un tifoso del Cagliari colto da malore. Quell'uomo, Daniele Atzori, 45enne della provincia di Cagliari, è poi morto per un arresto cardiaco che lo ha colpito a 10 minuti dalla fine del match. Una parte degli ultrà della Fiorentina, mentre il personale del 118 e i vigili del fuoco facevano di tutto per salvarlo, ha fatto partire il coro "devi morire, devi morire".  'CHE SCHIFO' - Fausto Tagliabracci, presidente del club Scoglio-Nati Viola di Portoferraio, che ieri era Cagliari, ha parlato di quell'isolato gruppo di tifosi viola a La Stampa: "Il calcio è diventato schifoso. Era iniziato tutto bene, i cori per Astori. Ero felice poi questo gruppo ha iniziato ad offendere i cagliaritani e la città di Cagliari. Me ne sarei andato via volentieri, poi la tragedia. Si capiva subito - che stava succedendo qualcosa di grave sugli spalti dalle corse frenetiche degli operatori del 118...cosa trovano di bello da fare alcuni sostenitori viola? “Devi morire...devi morire”. Beh il giovane sardo di 45 anni è morto! Vergogna assoluta...questo non é il calcio che amo".

IL MESSAGGIO DELLA FIORENTINA - La Fiorentina fa sentire la sua voce con un comunicato ufficiale: "​​La Fiorentina e’ vicina ai famigliari e a tutti i tifosi cagliaritani per la tragica scomparsa di Daniele Atzori, avvenuta ieri al termine della partita contro il Cagliari. Questo tristissimo evento rafforza ancora di più il legame speciale creatosi  tra le due società e i tifosi rossoblu e viola nel ricordo di Davide Astori. 
La Società Viola condanna qualsiasi gesto di mancata solidarietà nel rispetto di questa terribile tragedia".