Commenta per primo
La stagione sta finendo e Diego Lopez, capitano rossoblù, getta uno sguardo al futuro: "Dovrò parlare con la società. Mi piacerebbe finire la carriera prima al Penarol e poi al River Plate dove ho iniziato, ma è difficile, sarei troppo vecchio. Un ruolo dirigenziale al Cagliari? E' un discorso complicato. E' vero che i miei figli sono cresciuti qui, ma io e mia moglie siamo cresciuti a Montevideo. A parte gli scherzi, non ho idea del futuro, non ci penso". Quella che si conclude per Lopez è stata un'annata travagliata e condizionata dagli infortuni: "Ho provato a rientrare contro la Lazio per dare una mano, ma forse sarebbe stato meglio dare una mano a me stesso. E' brutto star fuori soprattutto se non si vince; in caso contrario, nessuno si preoccupa. Non credo che la mia assenza abbia influito a livello di spogliatoio. Se ci fosse stato qualcosa che non andava, gente come Conti, Agostini o Biondini avrebbero provveduto a mettere le cose a posto".