Commenta per primo
Nel post partita di Cagliari-Roma, è intervenuto il tecnico dei sardi Leonardo Semplici a Sky Sport

La partita?
“Abbiamo fatto una prestazione bella e di carattere, siamo felici di questo risultato. Abbiamo vinto le ultime tre partite e stiamo riemergendo per quello che è il nostro obiettivo”.

La sconfitta del Benevento vi ha dato motivazioni extra?
“È chiaro che bisogna guardare anche gli altri risultati, avevamo questa chance di avvicinarci e l’abbiamo colta, siamo stati bravi. Si poteva osare di più in certi momenti, poi abbiamo perso Pereiro. I ragazzi si stanno ritrovando, stanno avendo la mentalità giusta. Il cammino è lungo, ma ci siamo anche noi”.
Qual è stata la chiave tecnico-tattica?
“Questa squadra ha delle qualità importanti, in questo arco di campionato non abbiamo dimostrato il nostro valore. La dimostrazione è questa, quando abbiamo inciso dal punto di vista mentale, abbiamo tirato fuori gli attributi. Non so perché non l’abbiamo fatto prima, una squadra con queste qualità deve fare un altro tipo di campionato. I ragazzi hanno recepito il mio messaggio, stiamo crescendo in questa mentalità da mettere in campo, non abbiamo paura di nessuno. Questo è l’aspetto più importante, ci vogliono poi altre qualità”.

C’è il rischio di rilassamento?
“Assolutamente no, altrimenti mi vedrete in versione pugile. Non possiamo assolutamente mollare, non abbiamo fatto ancora niente. Dobbiamo giocare con umiltà, abbiamo sofferti in certi frangenti ma è il nostro credo senza dubbio”.

Marin?
“Non ho mai avuto a disposizione Rog, Marin è un giocatore che ha grandi margini di miglioramento. Ha un gran tiro e lo ha fatto presente, stiamo cercando di mettere in pratica quelle che sono le nostre qualità. Marin ha dimostrato tanto”.