Commenta per primo

La Fiorentina è avvisata: domenica Diego Lopez avrà un’arma in più. I viola dovranno fare i conti anche con Andrea Cossu. Per il fantasista cagliaritano sembra infatti giunto il momento di rientrare il campo. Dopo aver saltato per infortunio l’esordio in Coppa Italia e le prime due gare di campionato, Cossu è pronto per il riscatto e voglioso di dimostrare di essere ancora un giocatore fondamentale per il Cagliari.

Quel Cagliari di cui, oltre ad essere un leader in campo e nello spogliatoio, è anche un tifoso sfegatato. Ne sanno qualcosa i ragazzi della curva Nord, a cui è capitato spesso di sostenere la squadra al fianco del loro vecchio compagno. Purtroppo la passata stagione Cossu ha avuto dovuto più volte assistere dagli spalti alle sfide del suo Cagliari, a causa dei numerosi infortuni che ne hanno limitato l’impiego e condizionato il rendimento.

Ma ora sembra tutto superato. L’esperienza e il carisma del numero sette, alla soglia delle duecento presenze in maglia rossoblù, servono come il pane alla squadra di Lopez per giocare un ruolo da protagonista anche in questa stagione. Tutti sperano di rivedere il fantasista ammirato negli anni scorsi. Indimenticabile il campionato 2010-2011 quando Cossu fu decisivo sia come assist-man (con tredici assist vincenti fu il migliore della serie A) sia, in misura minore, come goleador (quattro reti, suo record personale in A). Le sue prestazioni, oltre a fargli guadagnare la convocazione in azzurro da parte di Marcello Lippi , si dice che destarono l’interesse anche del Barcellona. Certo sono passati diversi anni, oggi Cossu ha qualche anno in più (trentatré compiuti a maggio) ma la classe c’è sempre e con essa l’entusiasmo e la voglia di lottare e vincere con il ‘suo’ Cagliari.