4
In casa Cagliari dopo la retrocessione in Serie B è finalmente arrivata la decisione che riguarda la guida tecnica. Sarà Fabio Liverani l'uomo incaricato a riportare i rossoblù nella massima serie. Una missione che non risulterà essere una semplice passeggiata, tant'è che la stessa società, tramite conferenza stampa, ha annunciato che il Cagliari non sarà la vera favorita del torneo.

L'obiettivo primario è quello di risanare i conti e quindi di liberarsi di ingaggi pesanti che la società non si può permettere in cadetteria. E per tentare gli assalti agli obiettivi, che non dovranno essere costosi, bisognerà prima sfoltire la rosa. Per questo entro il prossimo fine giugno molti giocatori verranno ceduti altrove. Il primo a lasciare la squadra sarà Bellanova, che dopo essere stato riscattato dal Bordeaux si sta muovendo in direzione Milano, sponda Inter.
Rivoluzione, anzi, rifondazione. Per via di ciò i rossoblù non saranno la favorita ai prossimi nastri di partenza. Un tecnico nuovo, pronto a passare al 4-3-2-1 e una nuova rosa che avrà bisogno del tempo per trovare la giusta sintonia. In tutto ciò servirà un bomber per risalire in Serie A. Joao Pedro ha ormai le valigie pronte, Pereiro desidera cambiare aria e Capozucca ha annunciato che anche Pavoletti, dinanzi alla giusta offerta, lascerà l'isola. Ed ecco che a sorpresa l'uomo della provvidenza potrebbe essere nuovamente Alberto Cerri, l'uomo dai gol dell'ultimo secondo. E sempre a sorpresa occhio anche al ritorno di Marco Sau, attualmente svincolato. 

Insomma, ancora non sappiamo cosa accadrà in entrata. Tutto ruoterà dalle uscite con la speranza di piazzare tutti il prima possibile per evitare di dover costruire la rosa all'ultimo secondo partendo così ancora più svantaggiati.