Commenta per primo
Felipe Caiceido vuole l'Italia. E lo dice senza mezzi termini, anzi. Apertamente, l'attaccante ecuadoriano del Levante, in prestito dal Manchester City, si confessa a calciomercato.com
 
Felipe, cosa vedi nel tuo futuro? 
Il Levante può riscattarmi per circa un milione di euro dal Manchester City, io comunque per ora penso solo a salvare la mia squadra, poi l'anno prossimo si vedrà. 
 
Cosa pensi di Roberto Mancini?
A Mancini non voglio dire nulla, anzi gli faccio l'imbocca al lupo per il suo lavoro in Inghilterra. Ma comunque il mio sogno è di giocare in Italia. 
 
In che squadra ti piacerebbe giocare?
Sogno di giocare a Milano. Al Milan ho molti amici, conosco benissimo Boateng e Robinho, però mi piacerebbe anche vestire la casacca dell'Inter. Il mio idolo è Adriano, fortissimo fisicamente ma anche tecnicamente. Anzi, so che adesso sta vivendo un periodo travagliato, spero  che torni a giocare come sa presto, e anche a lui mando un grandissimo augurio.
 
Guardando in Spagna, cosa pensi del Real Madrid di José Mourinho, che hai affrontato sabato? 
Il Real Madrid è davvero troppo forte, una delle migliori squadre del mondo, noi comunque ci abbiamo provato.
 
Caicedo, che parla abbastanza bene l' italiano per aver giocato in Svizzera, è nato a Guayaquil, in Ecuador, il 5 settembre 1988. A 17 anni è messo sotto contratto dal Basilea, poi nel 2008 il trasferimento al Manchester City. Poi prestiti allo Sporting Lisbona, Malaga e, ora, Levante. Quest'anno, per lui, 12 gare e sette reti.