Il Torino giocherà l’Europa League dopo l’esclusione del Milan. Così il presidente granata Urbano Cairo ha parlato a Sky Sport: “È stata una soddisfazione, mi spiace per il Milan, da bambino ero un tifoso, non sarei voluto subentrare a loro. Noi siamo felici, è stata un’annata spettacolare, la migliore da quando sono presidente del Torino, la migliore anche da quando ci sono i 3 punti. Negli ultimi 15 anni, nessuna squadra con 63 punti era rimasta fuori dall’Europa. La qualificazione è meritata, ci sono state vittorie molto belle in campionato, con una difesa impenetrabile e un Belotti che è tornato bomber. Sarebbe stato un peccato non andare in Europa, Mazzarri ha dato carattere alla squadra, ha fatto davvero un grande lavoro. Oggi siamo qui a essere soddisfatti della notizia, abbiamo cambiato i piani, partiremo prima per il ritiro, ci troviamo il 4 luglio. Il 7 saremo a Bormio, faremo 11 giorni lì e poi torneremo a Torino in vista della prima partita col 25 luglio”.



MAZZARRI - “Ci sentiamo ogni ora praticamente, c’è una linea granata tra me e lui. Noi avevamo il nostro piano, di rafforzamento della squadra. Il mantenimento dei migliori e l’inserimento di un paio di innesti. Qualche giocatore in più lo terremo, oggi conta continuare nei piani iniziali che avevamo di tenere tutti i migliori. Non è facile, ma stiamo lavorando per questo. Nel girone di ritorno, con la squadra a piano regime, eravamo al quarto posto dietro a Juve, Napoli e Atalanta, la squadra ha qualità importanti. La squadra ha assorbito gli insegnamenti di Mazzarri è può dare ancora di più adesso”. 

BAVA - “Abbiamo ricevuto l’ok per costruire il nuovo centro sportivo. Massimo Bava ha fatto molto bene vincendo con la Primavera uno Scudetto, due supercoppe, una Coppa Italia, ha fatto davvero bene e tanti giocatori hanno raggiunto la prima squadra”. 

PEREYRA - “Non me ne parla da molto tempo, parliamo di altro. Abbiamo altri obiettivi, davvero”. 

BONIFAZI - “Con Vagnati ci siamo visti, per loro sarebbe una bella cosa, ci stiamo ragionando, ma l’abbiamo appena controriscattato perché crediamo molto in lui”. 

LYANCO - “Anche Lyanco ha fatto benissimo al Bologna e anche col Brasile, ora è rientrato ed è cresciuto moltissimo, ha qualità fisiche e tecniche importanti”. 

BELOTTI - “I no per lui in passato? Li dissi perché volevamo tenerlo, abbiamo fatto bene. Non so quale sia il suo valore, l’intenzione che abbiamo è di continuare insieme, l’appuntamento con l’Europa è importante. Belotti è il nostro capitano, è fondamentale per noi”.

IZZO - “Izzo con noi ha 4 anni di contratto, ci siamo incontrati col procuratore per interessamenti di squadre straniere, ma vogliamo tenerlo con noi”.  

SOGNO - “Credo molto ai sogni, perché si realizzino non vanno rivelati però”.