1
Il ko di Calabria, rottura del perone della gamba sinistra, è una brutta tegola per il Milan. Ma non solo. Il numero 2 rossonero è un punto fermo della Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio, che dovrà fare a meno del terzino destro per la competizione iridata (al via il 16 giugno) che si terrà in Italia. Sempre schierato quando è stato a disposizione, l'assenza di Calabria costringe Di Biagio a rivedere i propri piani. 

LE ALTERNATIVE - In sua assenza, o per sostituirlo a gara in corso, negli ultimi mesi sono stati utilizzati soprattutto due giocatori: Claud Adjapong del Sassuolo e Arturo Calabresi del Bologna. Esterno puro il primo, adattato il secondo, da ottobre in poi, insieme a Calabria, si sono alternati nel ruolo di laterale destro di una difesa a 4. Andando, però, più a ritroso nel tempo, ecco sbucare Fabio Depaoli del Chievo Verona e Riccardo Marchizza del Crotone, anche lui, però, adattato in quanto centrale puro. Tutti profili validi, ma che sicuramente non hanno l'esperienza internazionale, a certi livelli, del prodotto del vivaio del Milan.

E ORA? - Calabria lascia un vuoto, non solo in campo ma anche nello spogliatoio, visto che era uno dei più anziani del gruppo (classe '96, arrivato a fine ciclo). E' vero che quella che avrà in mano Di Biagio sarà una Nazionale diversa visti i tanti top che scenderanno dalla Nazionale Maggiore, da Chiesa e Kean, da Pellegrini a Zaniolo, ma nessuno può giocare in quella posizione. Non è da escludere un cambio tattico, magari con il passaggio alla difesa a 3 vista l'abbondanza dei centrali (Bonifazi, Bastoni, Mancini, Romagna, Calabresi, Luperto), un nuovo vestito per gli Azzurrini, chiamati a fare bene davanti agli occhi dei tifosi italiani. Lavoro in più, per Di Biagio, chiamato a trovare una soluzione a un nuovo problema. Dopo la mancanza di gol c'è una falla sulla destra da tappare.