Commenta per primo

Un tempo i gol delle coppe europee si potevano vedere solo al giovedì, quando dalle 22.50 circa, su Rai 2 (dal 1977), andava in onda la trasmissione Eurogol, presentata da Gianfranco De Laurentiis e Giorgio Martino. Con un ritardo di 24 ore, gli appassionati di calcio potevano così vedere i gol più belli del mercoledì in Coppa dei Campioni, Coppa Uefa e Coppa delle Coppe. Una trasmissione culto, Eurogol, tanto che ancora oggi qualcuno definisce in quel modo un gran gol segnato in ambito europeo. Il programma, il cui logo era costituito da una mongolfiera con un pallone che sale, accompagnò gli spettatori nelle loro scorpacciate di gol europei fino al 1991. Poi, come tutti sappiamo, il mondo, il calcio e il calcio in tv sono cambiati. I gol ora si vedono in diretta, tutti i giorni e a tutte le ore. Vederli la notte del giorno successivo a quello delle partite oggi sarebbe impensabile.

Oggi, la trasmissione che più si avvicina a Eurogol, sulle reti generaliste, è Speciale Europa League (Rete 4, giovedì ore 23.10). Nel programma, gli amanti del calcio possono vedere per la prima volta in chiaro tutti i gol della serata del secondo torneo continentale per club, l'Europa League. Speciale Europa League è una trasmissione veloce, che evita di perdersi in inutili chiacchiere per dare al pubblico quello che il pubblico vuole: i gol, tutti i gol.

Come dicevamo, però, i tempi sono cambiati, e il pubblico ora non vuole vedere solo i gol. Così, là dove una volta c'erano la pelata di De Laurentiis e gli occhialoni di Martino, ora ci sono il ciuffo di Mino Taveri, i capelli sparati in alto e tinti di Paolo Bargiggia e le cosce di Barbara Guerra, ex concorrente del reality La Fattoria ed ex fidanzata di Mario Balotelli. Che dire? E' la dura legge del gol, pardon, la soda Guerra del gol...