Commenta per primo

Proprio ieri, in occasione della presentazione del libro "con il MILAN nel cuore", l'ad del Milan Adriano Galliani ricordava un divertente aneddoto riguardante la sua gioventù: "Il mio primo grande ricordo riguardo al Milan è la finale di Coppa dei Campioni vinta a Wembley nel 1963, contro il Benfica. Quel match si svolgeva al pomeriggio e la Rai non lo trasmise in diretta, ma solo in differita, alla sera. Così io e alcuni amici, per vedere la gara in diretta, andammo a Chiasso, dove, in un bar, assistemmo alla diretta della partita sulla tv della svizzera italiana".

Dalla prossima stagione, i tifosi italiani non muniti di abbonamento a Sky o a Mediaset Premium che vorranno guardare in tv la Champions League in diretta dovranno, con tutta probabilità, ripetere il tragitto di Galliani, quasi cinquant'anni dopo.

La Rai, infatti, non trasmetterà la prossima stagione della Champions League. La decisione è stata adottata dal Cda di Viale Mazzini che ieri aveva all'ordine del giorno la votazione sui diritti della Champions, degli Europei di Calcio e del Tour de France. I consiglieri hanno votato sì per Tour de France e Europei del 2012 e no per il triennio della Champions, a causa dei costi troppo elevati.