Commenta per primo

Adesso che le telefonate sono al sicuro in Figc e che la pressione mediatica e juventina, con lettere ed esposti, ha centrato il bersaglio è giunto il tempo del cambio di rotta del club torinese. Andrea Agnelli in estate è stato molto chiaro con Abete: «Ci aspettiamo una risposta entro breve ai quesiti posti con la nostra lettera». La risposta tanto breve non potrà essere per motivi tecnici, ma di certo c’è che ieri pomeriggio Stefano Palazzi ha convocato il vertice della procura federale negli uffici di via Po e con i suoi viceprocuratori ha tenuto una riunione sulla gestione dell’enorme patata bollente delle 180 mila telefonate e dei 228 cd: Abete e la Figc hanno scelto la via dell’ascolto e trascrizione di tutte le telefonate, si sono già presi contatti con agenzie specializzate per la sbobinatura. Si parla, dopo la spesa di 67.300 euro per i diritti di cancelleria pagati alla Procura di Napoli, di altri 350 mila euro per esternalizzare la perizia giurata. Nel frattempo, però, Palazzi deve decidere cosa fare e come coinvolgere la sua struttura. Considerato il pressing che la Juve in autunno accentuerà per avere chiarezza sullo scudetto 2006, intanto. 

E A NAPOLI... - A Napoli intanto sta per ripartire il processo penale e dal 1 ottobre assisteremo ad un rapido (per quanto possa esserlo un processo penale) showdown con convocazioni a raffica di testimoni (per la rentree nell’aula 216, la star internazionale di Collina) per arrivare ad una sentenza di primo grado nei primi mesi del 2011. La Juventus ha per le mani da qualche giorno, lo sta esaminando, il lavoro di suoi periti che hanno provveduto a sbobinare poco meno di 90 telefonate ritenute assai interessanti tra le 200 che sono state appena consegnate ai giudici di Napoli dopo la trascrizione dei periti del tribunale. Potrebbe anche integrare il materiale su cui hanno lavorato gli avvocati Briamonte (che coordina il lavoro dell’avvocato Vitiello anche a Napoli, dove la Juve è responsabile civile) e Chiappero. Sì, perché da una seconda utenza telefonica attribuita a Facchetti sono state trovate e saranno inserite nel fascicolo processuale altre chiamate con Bergamo, Pairetto e alcuni vertici federali. Presenti nel papello ottobrino anche altre chiamate di Collina, Rosetti e altri arbitri.