60
Mattia Caldara è stato accostato anche al ritorno all'Atalanta per gennaio. Tra la Champions League, l'idea di tornare a lavorare con il mentore Gasperini e l'opportunità di essere titolare dopo tanti mesi difficili in seguito agli infortuni: l'opportunità è spuntata per davvero, eppure il Milan si è opposto a questa soluzione sin da quando è emersa per volontà dell'Atalanta. Lo stesso ha fatto quando più di un club di Premier League ha valutato un'offerta di prestito con riscatto già fissato per Caldara, non avendone dimenticato il rendimento ai tempi proprio di Bergamo.


NON VA VIA - La dirigenza rossonera ha confermato la stima verso Mattia: "Abbiamo Caldara e per noi è importante, lo aspettiamo in forma", ha detto Maldini nel pre Milan-Sassuolo. Ecco perché il Milan al momento non libera Caldara e vuole puntare sul centrale italiano su cui è stato fatto un investimento, arriverà un altro centrale dal mercato con Todibo in pole ma Mattia resta nei piani rossoneri. A meno di sorprese, la situazione è delineata. Con l'Atalanta che ci riproverà anche nelle prossime settimane e il Milan che ha le idee molto chiare.