48
Il destino ha scelto il timbro numero cinquecento. E un gol che si è rivelato pesante: Mattia Caldara ha colpito ancora, la zampata sotto porta vale un punto alla Dea di Gasperini che incanta senza sosta e la 500esima rete subita da Gigi Buffon con la maglia della Juventus. Proprio quella che indosserà Mattia dalla prossima stagione: tutto fatto ormai da quasi un anno, ma senza l'intenzione di anticipare l'operazione a gennaio. Marotta e Paratici ci hanno pensato; poi, visti gli ottimi rapporti con l'Atalanta, Caldara verrà lasciato a Bergamo senza braccio di ferro o guerre come nel delicato caso di Spinazzola durante la scorsa estate.

IL PREZZO E MAX - Nell'accordo tra Juve e Atalanta sul prezzo di Caldara, la cifra fissata è da 15 milioni di euro più 4/5 milioni da pagare alla famiglia Percassi per dei bonus da maturare durante questo secondo anno in nerazzurro; bonus che stanno crescendo di settimana in settimana, la Juve sarà comunque ben felice di pagarli visto il rendimento e l'esplosione definitiva di Caldara. Il prezzo dunque sfonderà il muro dei 20 milioni, specialmente se da Torino dovranno saldare poi altri 4/5 milioni ulteriori in caso di bonus con la maglia della Juventus dal prossimo anno in avanti. Chissà se sulla panchina bianconera ci sarà ancora Max Allegri, in questo caso - il più probabile - sarebbe ben felice di puntare forte su Caldara: lo ritiene un difensore eccellente, lo vorrebbe volentieri con sé e gli ha fatto i complimenti dopo la gara di Bergamo. Amara per la Juve del presente, dolcissima per quella del futuro nel segno di Caldara.